MATEO BASILÉ. PILGRIMAGE

MATEO BASILÉ. PILGRIMAGE

Editorial:
SCRIPTA MANEANT
Materia
Fotografía
ISBN:
978-88-95847-36-8
Encuadernación:
Cartoné
$750.00 MXN
IVA incluido
En stock
Añadir a la cesta

The Cruel Art by Matteo Basilé The catalogue retraces ten years of working of the great photographer Matteo Basilé, told through the exhibition of almost 50 works chosen from his most important series. Surrealistic and visionary atmospheres talk about different geographic areas, social backgrounds far apart, between Orient and Occident, real and surreal. "Right the idea of perdition characterizes the inventions by Basilé who, as Modigliani, represents only lonely subjects to whom is required to choose a dress, a disguise, a costume that make them dramatic, desperate or tragic figures. In this way the sadism of the Basilé?s works is expressed like that of the theatre by Carmelo Bene; for a singular and unwanted consonance. From the theatre of cruelty to a cruel and also masochistic art. But impeccable, incorruptible, without sentimental deceptions." From the introduction by Vittorio Sgarbi A Dream Within a Dream "Matteo Basilé is from an ancient family of artists who, however, are not related apart; each of them, painter or sculptor, has adopted autonomous and diversified languages. Matteo Basilé uses digital photography to make painting, using linguistic prosthesis of the computer, able of expanding every vision and of instilling depth to the shining surface of the image". "The creator is the architect, Basilé the one who establishes the artifice; the god of dreams and the god who dreams"002E From the text by Achille Bonito Oliva within the volume. LArte crudele di Matteo Basilé Il catalogo ripercorre dieci anni di lavoro del grande fotografo Matteo Basilé, raccontati attraverso lesposizione di circa 50 lavori tratti dalle sue più importanti serie. Atmosfere surreali e visionarie raccontano aree geografiche diverse, contesti sociali lontani fra loro, tra Oriente e Occidente, reale e surreale. "Proprio lidea della perdizione è caratteristica delle invenzioni solitarie di Basilé che, come Modigliani, rappresenta soltanto personaggi solitari, a cui spesso è richiesto di scegliere un abito, un travestimento, un costume che li rende drammatici, disperati o tragici. In questo il sadismo nellopera di Basilé si esprime come nel teatro di Carmelo Bene, per una singolare e non voluta consonanza. Dal teatro della crudeltà a unarte crudele anche masochistica. Ma impeccabile, incorruttibile, senza inganni sentimentali". Dallintroduzione di Vittorio Sgarbi Un sogno dentro un sogno "Matteo Basilé fa parte di unantica famiglia di artisti che, però, non sono parenti tra loro: ognuno di loro, pittore o scultore, ha adottato linguaggi autonomi e diversificati. Matteo Basilé usa la fotografia digitale per fare pittura, utilizzando la protesi linguistica del computer, capace di ampliare ogni visione e dare profondità alla splendente superficie dellimmagine". "Colui che crea è lartefice, Basilé colui che stabilisce lartificio, il dio del sogno e il dio che sogna". Dal testo per il volume di Achille Bonito Oliva.